cerca nel sito:



CATECHESI missionaria


Lettera di Padre Carlo


Lettera da parte di Sr. Maria Laura Pegoretti

Carissimi amici del gruppo missionario San Giuseppe,

ottobre è arrivato e come ogni anno ci presenta un programma missionario ricco di riflessioni e motivi per pregare. Abbiamo come apri pista il messaggio di papa Francesco che fa vibrare il cuore invitandoci a fare memoria della chiamata di Dio, a cui ogni missionaria e missionario ha risposto: “Eccomi manda me”.  Il Padre ha mandato Gesù suo Figlio e il Figlio manda noi. Siamo continuamente chiamati a rispondere al suo invito, ad uscire dal nostro piccolo mondo per manifestare a tutti la grandezza del suo Amore.

Alcune mie consorelle sono ritornate dal Mozambico e si trovano a Verona per controlli medici e un po’ di riposo. Inutile dire che le notizie che mi portano mi rallegrano e nello stesso tempo mi rattrista venire a conoscenza di attacchi perpetrati da gruppi di terroristi nella zona del nord del Paese. Dall’anno scorso ad oggi si sono moltiplicate le aggressioni e le violenze, si bruciano villaggi, assaltano chiese, uccidono innocenti. Sono gruppi jihadisti che issano bandiere nere dove passano nella loro folle strategia del terrore.

La regione presa di mira è Cabo Delgado, proprio nel nord, inutile dire che questa provincia è ricca di gas e di risorse naturali, rubini, legname pregiato, avorio…ma la popolazione è povera e vive di agricoltura, pesca e pastorizia.

La gente scappa, gli sfollati sono tanti e vengono assistiti anche dalle nostre missioni della provincia di Nampula. Nelle nostre missioni e attraverso la Caritas li si aiuta con cibo, indumenti, medicinali, acqua e tende. Il vescovo di Pemba, dom Luis, è da anni che denuncia questa triste realtà e viene minacciato per questo. Giornalisti vengono arresti dalla polizia e il governo tace.

Le notizie belle sono che giorno per giorno l’impegno delle missionarie continua nelle scuole, nelle parrocchie, nei dispensari, in mezzo alla gente. Ragazze che crescono e diventano donne capaci di assumere impegni, frequentano corsi di formazione, la scuola, la catechesi, ecco la nostra gioia. Stare con loro come testimoni e annunciatrici dell’Amore di Gesù. Perché il Signore vive in mezzo alla gente incrocia il loro cammino e non scappa dalle loro sfide e dalle loro sofferenze.

Guardando anche alle altre nazioni vediamo quante guerre ancora, quante popolazioni fanno la fame, quanto tradita venga la giustizia…e ci verrebbe da scoraggiarci. Per questo è importante la preghiera che ci àncora in Dio e che tra le alterne vicende di questo mondo Lui infonde sempre il suo Amore ad ogni creatura.

A tutti auguro Buon Ottobre missionario 

Sr. Maria Laura Pegoretti


Lettera dall'India dove è stata devoluta l'offerta data alle suore.

"Cari benefattori, (i membri del gruppo missionario)


Sono Yangala Asha da khammam, India.
Prima di tutto, grazie per il grande aiuto che state dando alla mia educazione. Vengo da una famiglia povera appartenente ad una casta che qui in India viene trattata come schiavi. Sin dalla mia infanzia, ho sempre voluto diventare un dottore per servire i poveri. Dopo aver finito l'educazione scolastica, ho scelto il gruppo scientifico (per esempio il livello intermedio di BiPC (Biology, Physics, Chemistry), che è richiesto per accedere ai corsi di Medicina. Al termine del corso intermedio BIPC, non sono stata ammessa in nessun college adatto per studiare medicina.  Tutti i miei compagni di  classe hanno iniziato altri corsi di laurea come Infermieristica, Scienze, ecc... I miei amici e parenti mi costrinsero a iscrivermi con loro. Io, però, non iniziai alcun corso per altri 2 anni. Provai ad ottenere l'ammissione nei college per studiare medicina. Finalmente, al terzo anno, nel Novembre 2018, ottenni l'ammissione al corso BAMS al ALN RAO AYURVEDIC MEDICAL COLLEGE, KOPPA. I BAMS sono i corsi di laurea per la medicina e chirurgia Ayurveda, "Bachelore of Ayurvedic Medicine And Surgery".
Ayurveda è un'antico sistema medicinale indiano che cura malattie con erbe naturali, senza effetti collaterali. Il corso dura 5 anni e mezzo. Ho completato il mio primo anno di BAMS, e al momento sto frequentando il secondo anno.
Quando finirò questo corso, mi piacerebbe servire le persone povere presenti nella mia area. Vi ringrazio tantissimo per il grande aiuto che mi date per la mia formazione. Vi prometto che diventerò una brava dottoressa e che servirò le persone povere come me. Ancora una volta ringrazio l'Uno che è Tutto. Per favore state attenti con questo pericoloso Corona Virus.
Stiamo tutti pregando per voi.
Con tanto amore e gratitudine.
Aiutate anche il bambino Yangala Asha
BAMS - 2 anni"



Lettera dalla  Missionaria

Cara sig.a Irma, cari Amici del Gruppo Missionario,

 

Vi ringraziamo di tutto cuore per la Vostra generosa offerta consegnataci un paio di settimane fa da don Rodolfo -è stata per noi una grande sorpresa! Preghiamo perché il buon Dio ricompensi la Vostra dedizione e la fatica di organizzare il mercatino coinvolgendo perfino ragazzi della catechesi – complimenti!

Ci siamo messe subito in contatto con le nostre Sorelle in India per trovare qualcuno che avesse la vera necessità di beneficiare del frutto dei Vostri sacrifici.

Le nostre Sorelle della comunità di Khammam, nello Stato di Andhra Pradesh – uno degli Stati più poveri dell’India - ci hanno suggerito Asha Yangala, una giovane di ventidue anni, che sognava di diventare medico. Purtroppo scarsi mezzi finanziari della famiglia non glielo hanno permesso. Suo padre, David Yangala (48 anni), bracciante giornaliero, guadagna solo 200 Rupie al giorno (€ 2,40 ca), la mamma Mariyamma Yangala (46 anni) è casalinga.

Asha desidera tanto prendersi cura dei malati, perciò non si è arresa. Non potendo accedere alla facoltà di Medicina, ha iniziato gli studi di Medicina Naturale (Ayurveda).

Attualmente frequenta il secondo anno del ALN Rao Ayurvedic Medical College – KOPPA. Per terminare gli studi le mancano ancora tre anni. Ogni anno di studi costa € 300,00 ca. per cui la Vostra offerta potrebbe

assicurare ad Asha di terminare gli studi e potersi dedicare alla cura dei malati,

specialmente dei più poveri.

Cari Amici, siete d’accordo se destiniamo la Vostra offerta a tal fine? In attesa della vostra conferma Vi salutiamo cordialmente, augurandovi buona Quaresima e assicurando le nostre preghiere perché il Signore protegga ognuno di Voi e le Vostre famiglie, specialmente dal contagio di quell’ospite indesiderato (il

coronavirus).

 

Con l’affetto nel Signore Gesù, Vostre riconoscenti

Suore Missionarie di San Pietro Claver

Download
Lettera dalla Missione
Gruppo miss. S. Giuseppe[6281].pdf
Documento Adobe Acrobat 173.4 KB

fonte: Suore Missionarie di San Pietro Claver


archivio fotografico


anno 2020

Dalle Claveriane in India

fonte: archivio parrocchiale 

fonte: archivio parrocchiale



fonte: archivio parrocchiale

fonte: archivio parrocchiale



fonte: archivio parrocchiale

fonte: archivio parrocchiale



anno 2019

fonte: archivio parrocchiale

fonte: archivio parrocchiale


fonte: archivio parrocchiale



anno 2018

fonte: archivio parrocchiale

fonte: archivio parrocchiale


fonte: archivio parrocchiale